Arriva “ItsTIME”: mobilità e occupazione per le nuove generazioni

9 Febbraio 2017 Attualità Opportunità
Progetto_Itstime_Associazione_Bios_Carmelo_Lembo_Streetnews_Cover

Carmelo Lembo, presidente dell’Associazione Bios, ci racconta il progetto “ItsTIME” che prevede la creazione di un’innovativa piattaforma che coinvolge oltre una decina di paesi europei e punta a favorire l’interscambio, la mobilità e l’occupazione tra i giovani.

ItsTIME”. E’ questo il nome di un innovativo progetto finanziato nell’ambito del Programma Erasmus+ Azione Chiave 2 e rivolto anche agli studenti dell’Università di Messina. Durerà 24 mesi e prevede la creazione di una piattaforma virtuale indirizzata ad offrire maggiori opportunità di apprendimento e di mobilità transnazionale per i giovani con lo scopo di facilitare la ricerca di lavoro. Non si tratta di un semplice portale cerca-lavoro, “ItsTIME” infatti vuole far fronte alle sfide poste dal contemporaneo mondo del lavoro dando agli utenti della piattaforma, oltre che la possibilità di apprendere nuove competenze anche quella di far parte di uno spazio caratterizzato dall’interscambio e dalla comunicazione con imprenditori.

All’interno della piattaforma sono previste diverse sezioni: oltre a quella dedicata alla ricerca del lavoro, ce ne sarà una dedicata al tempo libero all’interno della quale i ragazzi potranno confrontarsi su argomenti riguardanti mobilità ed Erasmus e un’altra dedicata alle imprese giovanili dove nascenti imprenditori avranno l’opportunità di cercare finanziamenti. Tra gli scopi primari di “ItsTIME” c’è infatti quello di sostenere e promuovere l’idea dell’autoimprenditorialità e del lavoro autonomo con l’obiettivo di offrire le necessarie competenze per alimentare l’innovazione sociale, vero cuore del progetto.

L’Associazione Bios, capofila del progetto, grazie anche al sostegno dell’ANOLF-l’Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere, ha pensato anche ad un intervento mirato a favore dei giovani migranti, con particolare attenzione a quelli di seconda generazione presenti nei dodici paesi coinvolti dal progetto: Danimarca, Grecia, Serbia, Germania, Slovenia, Romania, Finlandia, Spagna, Francia, Bulgaria, Inghilterra e Italia. «Una sezione sarà dedicata agli stranieri – ci ha rivelato il presidente dell’Associazione Bios Carmelo Lembo – punteremo alla massima partecipazione all’interno della piattaforma, per far sì che i contributi raccolti e veicolati si possano sviluppare in un contesto multiculturale e stimolante per tutti i giovani che aderiranno».

Il progetto ItsTIME si baserà inoltre sull’e-learning e la formazione non formale su tematiche che riguardano ad esempio il “business planning”. Il progetto dovrebbe concludersi a dicembre 2018, periodo nel quale la piattaforma sarà già a disposizione del pubblico.

di Shanthi Kodituwakku