Invasioni Digitali a Messina, web e cultura si incontrano

Invasioni Digitali 2018, immagine dell'invasione di Capo Peloro del 28 aprile, Street News Messina

Le Invasioni Digitali, giunte quest’anno alla loro sesta edizione, nascono per divulgare il patrimonio culturale italiano. Ad oggi vi hanno partecipato oltre 1500 città del Bel Paese. Per capire meglio di cosa si tratta, Street News ha intervistato Marcello Perone, in rappresentanza di IgersMessina e StartupMessina, che hanno organizzato diverse delle “invasioni” proposte in riva allo Stretto.

Le Invasioni Digitali, nate in Italia e diventate celebri in tutto il mondo, hanno l’obiettivo di creare una nuova forma di divulgazione del patrimonio artistico, più libera e aperta. Proprio per questo, promuovono l’utilizzo del web per lottare contro lo svecchiamento delle istituzioni culturali attraverso l’utilizzo di hashtag, immagini e video create dai partecipanti ai singoli eventi. Dal 2016 vi partecipano anche città estere come Rio de Janeiro e Berlino.
Il tema delle Invasioni Digitali di quest’anno è #seedsforculture – semi per la cultura – un invito ad avvicinarsi al proprio patrimonio culturale, nutrirsene e poi condividerlo.
Quest’anno la città di Messina ha aderito con sei invasioni, programmate tra il 22 aprile e il 6 maggio. Ne parliamo con Marcello Perone di Startup Messina, che, insieme a Paola Floriana Riso e Noemi Pugliese, local manager di IgersMessina, ha contribuito a organizzare 3 delle 6 invasioni cittadine.

Marcello Perone di IgersMessina e Start up Messina, tra gli organizzatori delle Invasioni Digitali a Messina

Marcello Perone

Cosa sono le Invasioni Digitali?
Le Invasioni Digitali sono delle visite guidate, organizzate spesso da associazioni o semplici gruppi di persone.

Qual è l’obiettivo che si pone questo progetto?
L’obiettivo è di far conoscere, attraverso l’uso del digitale e dei social, luoghi normalmente non visitati perché non inseriti all’interno dei tour tradizionali o semplicemente poco conosciuti. Il progetto nazionale nasce nel 2013.

Quali sono le Invasioni Digitali organizzate a Messina?
Quest’anno sono state organizzate diverse Invasioni Digitali qui a Messina. Quelle organizzate da @igers.messina, in collaborazione con Startup Messina, sono tre, una per ogni zona della città (nord-centro-sud): il 22 aprile abbiamo invaso “Villa Melania”, gioiello liberty situato a Pistunina, di proprietà della Fondazione Salonia, in cui è possibile ammirare anche gli scavi archeologici di una villa romana; lo scorso fine settimana, il 28 aprile, in concomitanza con il Festival degli Aquiloni, abbiamo invaso la sempre affascinante riserva naturale di Capo Peloro; ultimo appuntamento, domenica 6 maggio, per l’invasione del Sacrario di Cristo Re.

Invasioni Digitali a Messina organizzate nel 2018 da IgersMessina e Startup Messina

In che modo il web e la cultura si possono incontrare?
Secondo me non c’è bisogno di cercare un modo per far incontrare cultura e web (o digitale in genere). Il web fa ormai parte del quotidiano di ciascuno di noi, spesso lo si associa ad attività ludiche, poco importanti o prive di “spessore culturale”. Ma in realtà è solo un mezzo di comunicazione e la cultura per potersi diffondere ha bisogno di essere comunicata. Spesso una foto o un post sui social ci fa scoprire un luogo, un’usanza popolare o uno spettacolo di cui non eravamo ancora a conoscenza.

In che modo collaborano IgersMessina e Invasioni Digitali?
Da due anni Startup Messina, insieme con IgersMessina, organizzano le invasioni digitali nella nostra città durante il periodo stabilito; quest’anno nelle 3 settimane comprese tra il 20 aprile ed il 6 maggio.

Che tipo di risposta c’è stata alle scorse Invasioni?
Come ogni anno una buona risposta! Generalmente i partecipanti sono gruppi che vanno delle 40/50 persone in su, tutte armate di Reflex e Smartphone, e tutte vogliose di conoscere qualcosa in più della propria città. Una delle cose più belle, a mio avviso, non è il numero, ma l’eterogeneità di questi gruppi, da un punto di vista proprio dell’età.
Partecipano ragazzi, anziani e genitori con i figli al seguito.

Penso che sia questo il valore aggiunto di invasioni digitali: persone di età diverse si incontrano alla scoperta di un luogo ed in quel luogo si contaminano, cercano interpretazioni o commentano ciò che la guida li aiuta a scoprire. C’è l’anziano che racconta ai più giovani il ricordo che ha di quel luogo, o il giovane che si trova a spiegar il digitale a uno sconosciuto che ha l’età del papà o della zia. O, ancora, il bambino che tra una foto e l’altra aggiunge un pezzettino di amore per la propria terra natia. Spesso ci accusiamo di avere poco amore per la nostra terra. Ma come si fa ad amare qualcosa se non la si conosce?

Invasioni digitali 2018 a Messina, foto scattata durante l'invasione di Villa Melania - Street News Messina

Foto scattata durante l’Invasione Digitale di Villa Melania, lo scorso 22 aprile

Come si diventa invasore digitale?
E’ semplicissimo. Basta andare sul sito invasionidigitali.it e registrarsi come invasore!

Come associazione, perché avete deciso di unire le Invasioni Digitali e il Festival degli Aquiloni?
L’idea c’è venuta mentre pensavamo all’invasione da organizzare in zona nord. Abbiamo pensato di conoscere qualcosa di più di uno dei luoghi più fotografati della città, ovvero la Riserva di Capo Peloro. Così abbiamo pensato di concludere l’invasione proprio al Festival degli Aquiloni, un’occasione per continuare a stare insieme con gli altri invasori e far volare anche gli aquiloni di IgersMessina costruiti da noi e con tanto di invaders!

Quali sono i prossimi eventi di cui ti occuperai, come referente di Startup Messina e IgersMessina?
Beh, prima fra tutte, l’invasione digitale del 6 maggio al sito storico di Cristo Re; appuntamento alle 10:00 in Viale Principe Umberto n. 93. Dunque registratevi sul sito delle Invasioni Digitali e prenotatevi per l’invasione! Maggiori dettagli li trovate qui.

In più stiamo lavorando a tantissime cose, anche perché sia Startup Messina che IgersMessina crescono, e sono tante le persone che hanno voglia di “fare” e di “fare qui”. In cantiere abbiamo qualche evento legato al mondo dell’imprenditoria e del digitale, ma soprattutto InstaWalk ed InstaMeet, con gli Igers della città e della provincia.

Quali sono gli hashtag da utilizzare durante le invasioni?
Per la prossima invasione gli hashtag da utilizzare sono: #invasionidigitali #Siciliainvasa2018 #seedsforculture #invadiMessina #avaiava #igersmessina #CristoRe.

ndr Potete scoprire tutte le Invasioni Digitali organizzate in Sicilia a questo link.

di Maria Chiara Conticello